tecsaving

Risparmio energetico: le 3 cose che devi sapere sul condizionamento industriale

Il tema del risparmio energetico è di cruciale importanza nell’epoca in cui viviamo.

Praticamente in ogni settore, sia domestico che industriale, si parla costantemente di come ridurre il nostro impatto ambientale al fine di rispettare la natura e di ridurre contestualmente le spese delle bollette di energia elettrica e gas. In questo contesto è evidente come un impianto di climatizzazione (inteso sia come riscaldamento che raffrescamento industriale) giochi un ruolo importante dato il dispendio in termini di energia che richiede.

Sapere quindi come aumentare il risparmio energetico della propria realtà aziendale, così come quello economico, è molto importante al fine di ridurre i costi vivi e trasformarsi in un’azienda virtuosa e solida.

Tre consigli per ottimizzare il risparmio energetico grazie alla climatizzazione industriale

Spesso potrebbe venire da pensare che un impianto di climatizzazione industriale sia tutto tranne che una soluzione che aiuta nel risparmio energetico. Ma non è così. Basta solo essere consci delle necessità e di ciò che si vuole ottenere. Affrontare le sfide che l’attuale situazione energetica ci pone davanti significa scegliere in modo accurato i propri alleati e Tecsaving è un vero e proprio aiuto importante in questo senso.

Un “condizionatore industriale” ad hoc e di alta classe energetica

Un primo consiglio è infatti quello di optare ovviamente per impianti di climatizzazione che siano studiati e realizzati ad hoc per ampie aree lavorative come magazzini o capannoni.

È inutile installare nella propria industria degli split come quelli domestici perché sembra che costino meno in prima battuta. Può essere vero, ma i risultati saranno catastrofici in termini di risparmio energetico perché avremo la bolletta della luce alle stelle e un ambiente di lavoro non climatizzato correttamente. Servono delle tecnologie studiate appositamente, come quelle di Tecsaving, perché si tratta di impianti di condizionamento industriale di alta classe energetica, silenziosi e con prestazioni ottimizzate per ridurre il dispendio economico senza venire meno alla qualità del risultato. Avere una sistema di trattamento dell’aria che sia all’avanguardia e studiato per rispondere alle esigenze dell’azienda significa infatti ottimizzare i consumi e quindi spendere meno.

Perché non optare per il fotovoltaico?

Un’ulteriore informazione importante da considerare riguarda la combo tra sistema di climatizzazione industriale e impianto fotovoltaico. È evidente che la spesa in questo senso aumenta notevolmente, almeno in prima battuta, ma con il passare del tempo la scelta si ripagherà da sola. Infatti, installare dei pannelli solari o aderire a una comunità energetica significa ridurre la propria dipendenza dalla rete nazionale e quindi produrre autonomamente l’energia che serve non solo per l’impianto di condizionamento industriale, ma anche per la produzione stessa.

Monitorare e analizzare spese e consumi

Terzo ed ultimo consiglio per il risparmio energetico riguarda il monitoraggio e l’analisi. Si tratta di due attività che si fanno in due momenti differenti dell’installazione di un impianto di condizionamento industriale, ma sono fondamentali. L’analisi, come suggerisce sempre Tecsaving, è una sorta di audit energetico della propria attività al fine di capire la situazione climatica all’interno dell’area che si vuole climatizzare. Solo così, tenendo conto anche di fattori esterni che possono influenzare la temperatura interna, si può trovare la soluzione adeguata in termini di condizionamento industriale.

Dopo questi studi e dopo l’installazione del prodotto migliore consigliato da tecnici esperti , occorre monitorare costantemente il proprio impianto. Solo così si possono individuare criticità o inefficienze da correggere subito per evitare di sprecare energia e di pagare molto più di quanto non si dovrebbe. In tal senso è essenziale avere degli impianti in cui si riesce a monitorare in tempo reale parametri fondamentali come le temperature e, appunto, i consumi energetici.

Il risparmio energetico e il condizionamento industriale non sono quindi mondi così lontani e distanti tra loro da non parlarsi nemmeno! Anzi, grazie a Tecsaving il dialogo e i punti di incontro sono tantissimi al fine di rendere la propria industria sostenibile, ottimizzata e al top in termini di comfort termico senza impattare sull’ambiente.